“I crucetti” tradizione dolciaria del Natale Calabrese

Con questo nome in Calabria indichiamo i fichi fatti appassire al sole e poi farciti con frutta secca. La preparazione dei ” fichi chini ” già conosciuta nell’antica Roma fu ripresa nel Medioevo dove, probabilmente grazie alla creatività di alcune monache, presero la forma di una croce cristiana, ottenuta incrociando e sovrapponendo quattro fichi secchi aperti a metà. Oggi come ieri le crucette sono una delle tante prelibatezze, semplici ma dal gusto genuino, che si preparano per il Natale quasi a perpetuare una tradizione che si tramanda di generazione in generazione. Consumati al naturale o ” acconzati ”  sono un alimento salutare ricco di ferro, potassio, fibre, vitamina A e B, non per niente una volta i contadini impegnati nelle dure giornate di lavoro nei campi li mangiavano nei momenti in cui le energie avevano bisogno di essere ricaricati.

Ecco la ricetta, le varianti sono tante, io vi propongo questa.

Ingredienti

  • 40 fichi secchi
  • 250g di mandorle, noci
  • 20g di canditi
  • zucchero a velo
  • cannella in polvere
  • 1 limone
  • mosto cotto

Preparazione

Tagliare i fichi a metà lasciandoli però attaccati alla base per poterli richiudere. Tritare grossolanamente la frutta secca, i canditi e la cioccolata. Amalgamare il trito ottenuto con la scorza grattugiata del limone e un pizzico di cannella. Riempire i fichi e richiuderli pressandoli leggermente. Porre i fichi ripieni su una placca e passarli in forno facendo asciugare senza indurire. Togliere dal forno e irrorare con il mosto. Disporre in un piatto e cospargere con zucchero a velo e cannella.

Buona degustazione!!!!!



Condividi con

Lascia un commento