Un piccolo e profumatissimo agrume: la limetta calabrese

Attenzione in Calabria è conosciuta come “piretta”  o anche con la denominazione di limoncello calabrese o lime calabrese,  e si coltiva da sempre nella Sibaritide. Paolo Bartolomeo Clarici nel 1726 così scrive:”Limon Calaber fructu minimo rotundo angustioribus et brevioribus foliis”: definisce il piccolo agrume calabrese rotondo e ne spiega le caratteristiche. Agrume dal profumo delicatissimo una buccia di colore giallo-verde, dalla polpa dolciastra o leggermente acidula e poco sapida, ed è un altro dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della Calabria (PAT). Forma alberelli o grandi cespugli eretti, ramificati e spinosi, i suoi fiori sono bianchi e profumati, singoli o in infiorescenze, e vengono prodotti dalla primavera all’autunno. Nella Sibaritide si coltiva la cultivar limo di Spagna  il Citrus limetta umbilicata hispanica. Il frutto si distingue per essere piccolo e tondo, provvisto di umbone, quasi del tutto cinto da un solco profondo. Con soddisfazione ha attecchito bene nella Piana di Sibari poiché ha incontrato un clima favorevolissimo! E’ fra gli agrumi dolci quello meno noto, ma è ricercata dagli intenditori che apprezzano sia la bellezza che la bontà e il gusto di questo frutto.  E’ utilizzata molto nella preparazione di liquori e cocktail. Ha un profumo intenso, ricca di olii essenziali, dalla scorza fine; particolari che le conferiscono ottime qualità organolettiche e che la rendono uno dei prodotti d’eccellenza nel suo genere. Secondo alcuni è un ibrido tra il cedro ed un altro agrume non meglio definito. Come per la maggior parte degli agrumi le limette dolci sono ricche di vitamina C e di potassio, vengono usate per contrastare l’influenza e il raffreddore. Il loro succo è ricco di sostanze che stimolano il sistema digestivo aiutando lo stomaco nel regolarizzare i succhi gastrici, ed è per questo che in Calabria, con le sue scorze viene fatto un ottimo liquore di piretta da fine pasto. Questo succo con un pizzico di sale è utile anche contro la stitichezza e la nausea. Inoltre aumenta l’appetito, purifica il sangue, è fortemente dissetante e raffredda il corpo. E’ infine usato nell’industria alimentare per la produzione di bibite analcoliche, di marmellate e di sorbetti. Questo agrume è particolarmente coltivato per ricavare l’olio essenziale dalla sua buccia. L’essenza, molto profumata e simile a quella del limone ma più delicata, è apprezzata dall’industria profumiera per creare insoliti profumi, detergenti e deodoranti ricercati.



Condividi con

Lascia un commento