CONFETTURA DI FIORONI I FICHI DEL MESE DI GIUGNO: “ficazzani”

La Confettura di fioroni ”FICAZZANI” preparata con con questi bei fioroni, (sono i primi fichi del mese di giugno) è diventata una dolce specialità. In Calabria, Il fico è stato sempre stato un albero molto diffuso ed i suoi frutti copiosi sono stati considerati il pane dei poveri perché, freschi o essiccati, contribuivano a sfamare la popolazione delle zone rurali.
È un albero rustico e resistente che si può trovare ovunque in Calabria.
Alcune varietà di piante (le bifere) fruttificano due volte l’anno ((hanno una produzione precoce di “fioroni” a giugno oltre alla principale in agosto-settembre), altre (le unifere)fruttificano una volta sola.
Sono una ricca fonte di potassio, per cui aiutano a regolarizzare e tenere sotto controllo la pressione arteriosa .
Hanno una fonte preziosa di zuccheri naturali e semplici ma sono anche ricchi di sali minerali e fibre. Se consumati freschi apportano, solo 47 kcal contro le 247 kcal dei fichi secchi.

Ingredienti
* 1 kg di fioroni già sbucciati
* 250/300 gr di zucchero
* Il succo di 1 limone
* 1 bicchiere d’acqua

Procedimento
Sbucciare e tagliare in quattro i fioroni, metterli in una pentola con un bicchiere d’acqua ed il succo del limone spremuto, aggiungere lo zucchero e portare a cottura, come una normale confettura.
Lavare i vasi di vetro, sterilizzare assieme ai coperchi ( che devono essere nuovi) in forno caldo. Versare la confettura, ancora, calda nei vasi di vetro, chiudere bene e capovolgere, lasciarli per 10/15 minuti e girarecon i tappi all’insù, questo per ottenere il sottovuoto. Per maggior sicurezza, conviene far bollire i vasetti a bagnomaria almeno per 20 minuti.

La confettura di fioroni è pronta a voi gustarla come meglio credete, crostate, dolci vari o sul pane!

(FONTE WEB non è della signora Pagliaro)



Condividi con

Lascia un commento